Archivi del giorno: 11 Mag 2007

italia…una città del vaticano allargata!

In Turchia si stanno battendo per la laicità dello stato; in Italia oggi, un gruppo di bigotti si riunirà per affermare il valore della famiglia tradizionale, un branco di ipocriti aizzati da un fanatico religioso e dai suoi seguaci. Ora spiegatemi perché la Turchia è considerata un paese islamico e l’Italia, invece, uno stato laico! Spiegatemi perché ci sono delle reticenze legate alla questione religiosa nel far entrare le Turchia nel’Unione Europea! Spiegatemi perché nel 2007 non è ancora chiara la distinzione tra politica e religione, spiegatemi perché la libertà è ancora un’utopia, spiegatemi perché una persona non deve veder riconosciuti i propri diritti solo perché ama in un modo che ad alcuni non sta bene!

Nessuno può dirci cosa fare, neanche noi stessi abbiamo veramente libertà di scelta…io ho amato l’Assurdo, l’ho guardato negli occhi e ho cominciato a respirare veramente, a vivere veramente solo allora. Non è importante chi fosse…avrebbe potuto essere uomo, donna, forse anche un alieno…quando hai amato, amato veramente, fino a sentire il cuore che va in frantumi, fino a volere tutto il bene del mondo per una persona sola, allora ti rendi conto che non è un pezzo di carta quello che sancisce un rapporto.

Amare vuol dire esserci, esserci sempre nel momento del bisogno ed è giusto garantire alle persone che si amano questo diritto, che in fondo è anche un dovere che sentono l’una nei confronti dell’altra. Perché si dà tutta quest’importanza alla forma? L’amore non ha forma, o forse ne ha migliaia differenti. Perché un vecchio tedesco sente il diritto di questionare su cose che non conosce? Come può un ecclesiastico che non ha mai potuto sperimentare l’amore umano sentirsi in diritto di questionare? Come può un politico divorziato o convivente o con figli nati fuori dal matrimonio avere la faccia tosta di scendere in piazza oggi? Perché…?

Io non sto a discutere questioni di fede, ognuno può credere in ciò che vuole, ma è altrettanto giusto che soprattutto ci sia il rispetto. Rispetto delle opinioni altrui, rispetto dei sentimenti altrui, sapere stare al proprio posto, saper fare il proprio lavoro. La Chiesa si occupa della legittimità di ciò che ognuno fa dentro la sua camera da letto, ma è veramente questo il suo compito? La gente muore di fame e invece di predicare la carità e l’amore per il prossimo, il Papa si scaglia contro le unioni di fatto? Qualcuno gli ha letto il Vangelo? “Amatevi l’un l’altro come io ho amato voi”, è Gesù Cristo che parla e lui non si è mai sposato.