Archivi del giorno: 25 giugno 2007

START THE NEW

E’ incredibile a pensarci: l’anno scorso, in questo periodo ero sotto maturità e la mia povera testolina incasinata, invece di preoccuparsi per quella, era già proiettata verso la nauseante paranoia che avrebbe caratterizzato, in modo più o meno intenso, tutta l’estate successiva. Sono passati 12 (12!!!) mesi, eppure a me sembra di aver varcato un’invisibile porta spaziale e di essere in un altro mondo, è come se un sacco delle cose che mi circondano fossero cambiate. E’
come se da una tragi-commedia in bianco e nero (ovviamente con quel adorabile tocco di verde shocking), la mia vita fosse diventata un cartone animato a metà strada tra idiozia, malinconia e riflessione. L’anno scorso “the pains in my head have almost put me underground” (da “Take lots with alcohol”, Alkaline
Trio), ora invece sto bene…per quanto non sono sicura “bene” sia la parola giusta per descrivere il mio stato attuale: ho un umore schizofrenico. Il fatto è che cambiare fa bene e così, fedele ad uno dei più frequenti luoghi comuni sulle donne, sabato sono andata dal parrucchiere a “darci un taglio”. Sembrerà banale e scontato, ma rinnovare il proprio look aiuta anche a fare un po’ di piazza pulita nei meandri della psiche e io avevo assolutamente bisogno di un bel
restyling generale di quei tre livelli mentali che teorizzava Freud: conscio, preconscio e inconscio; in tutti e tre i “piani” ora c’è linfa nuova. Rinnegare il passato non posso, anche perché è assolutamente ciò che mi ha permesso di essere così, ora e poi c’è quel pezzettino di verde shocking che ha animato la mia storia in black&white, dal quale il mio modo di essere attuale non può prescindere…è un pezzetto di fine superiori che mi porto in tasca e non posso farne a meno, ecco perché, come dicevo qualche tempo fa, la fine è meno diversa di quanto dovrebbe: non voglio e non posso tagliare i ponti con quella che, ad oggi, è stata la mia più grande avventura.
Adesso posso finalmente affermare che “the past is only the future with the lights on” (“Baby, come on”, +44) ed anche se la luce sul passato non si spegnerà….

”LIFE FOR TODAY NOT TOMORROW, KEEP
MOVIN’ AWAY FROM SORROW” (“Wake up”, Tim Armstrong)