Archivi del mese: settembre 2007

15 anni…

Oggi sono tornata “a casa”! Sì, perchè quando la situazione si fa pesante, il mio umore sprofonda e lo scoglionamento avanza, io torno indietro, vado tra i cd vecchi e rispolvero la mia passione pop-punk-rock. Quelle chitarre suonate un po’ per gioco, quelle batterie talvolta monotone, quei testi decisamente adolescenziali, riportano la mia mente ai tempi in cui ancora credevo di poter fuggire al mondo, in cui mi sentivo un’eroina triste di una favola che avrebbe avuto un lieto fine. Avevo tante convinzioni, stavo dietro ad un muro che credevo indistruttibile, ero sicura di avere la situazione sotto controllo, ne ero talmente certa che non mi ponevo nemmeno il problema. Stavo bene, ero un allegro ghiacciolino fanatico di Tom DeLonge, senza paranoie varie, senza preoccupazioni, senza questioni da risolvere, senza litigi con i genitori, senza obiettivi…l’atarassia personificata! Ho sempre considerato quello il mio ambiente naturale, è per questo che la colonna sonora di quel periodo (1-2-quasi anche 3 superiore) mi riporta “a casa”; allora, era ancora ben presente quell’aspetto del mio carattere che mi faceva sentire protetta. Cd tipo “Enema of the state” e “Take off your pants and jacket” dei Blink 182, il primo dei Good Charlotte, “Does this look infected?” e “All killer no filler” dei Sum41, “Warning” dei Green Day, rappresentano gli anni in cui il mio solo problema era non capire un tubo di matematica. Le canzoni su quegli album mi ricordano che anche i mie poveri neuroni sono stati parzialmente sani, prima di andare a puttane. Quella musica mi serve come promemoria, mi fa rivivere tempi meno incasinati, meno tristi e meno felici…diciamo tempi più “equilibrati”. No, quei giorni non mi mancano nemmeno un po’, eppure è bello dimenticare di avere 20 anni ed una psiche contorta e rituffarsi nel pieno della quiete mentale dei 15 anni, anche solo per qualche giorno. E’ consolante che sia rimasto ancora qualcosa in grado di ricondurmi a tempi di quasi sanità mentale, anche perchè non mi resta molto altro…
 
 
 
 

thanks…

Grazie mille a tutti quelli che mi ricordano che la vita non è soltanto quell’ammasso di farneticazioni, che si accumulano tra i miei neuroni, ma anche altro. Perché, anche se non rimpiango minimamente la mia vita  pre-paranoia, ogni tanto è bello rendersi conto che, per fortuna, il mondo non gira attorno ai miei psico drammi. Quindi…GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!!! E’ rilassante metter da parte il proprio egocentrismo, anche per una sera soltanto, è bello non rimuginare, non calcolare, parlare a ruota libera, senza dover pesare le parole al grammo, camminando sul filo della polemica. Visto ieri…ci voleva! Grazie ancora…

maschere

Ogni tanto mi chiedo se esiste qualcuno che mi conosca veramente. Di solito mi rispondo di no. Probabilmente, ciò è dovuto al fatto che il mio smisurato ego è difficile da considerare in tutte le sue diverse sfaccettature. Eppure, talvolta, ho l’impressione che le persone che dovrebbero essermi più vicine, non capiscano elementi fondamentali del mio carattere.  O forse fanno solo finta perchè così conviene loro. Non riesco a capire se siano degli ipocriti e fingono di non capire o se io nascondo troppo bene, certi giorni mi convinco di essere un’ingoiatrice di rospi professionista =)! Ne ho assolutamente piene le palle del “ciò che non uccide ci rende più forti”, io non voglio essere più forte, voglio smettere di resistere e lasciare che tutto vada a puttane, come deve. Ma siccome mi conosco (e mi odio per questo), cercherò di autoconvincermi che tutto sia ok, proverò a stare al mio posto, senza questionare, senza muovere un dito: un infruttuoso e devastante atteggiamento stoico. Poi, un giorno, crollerò, piangerò 3 giorni di fila e manderò tutti a puttane…o forse no, la paziente Vali rimarrà per sempre trincerata dietro le sue maschere ed i suoi silenzi, come canta Billie Corgan in Bullet With Butterfly Wings, “Despite all my rage, I’m still just a rat in a cage …ma che senso ha tutto questo?! Ecco, ciò che fa più male…non ha nessun senso…

Basta poco =)

Per fortuna sono stupida a sufficienza per trarre felicità dalle cose più insignificanti!!!!! Eh già, oggi vedo canguri blu saltellanti un po’ ovunque…No, non ho preso acidi o cose strane (e illegali), è solo che certe frasi vuote, assumono un significato smisurato in bocca a determinate persone. E non che “queste persone” siano chissà chi. Ma kissenefrega, quello che conta è il risultato! Un giorno andrò in analisi solo per capire cosa mi succede in estate, di sicuro non è la mia stagione, divento troppo paranoica. Al di là del freddo, sono felice per l’arrivo ormai imminente dell’autunno! In conclusione…fanculo, se non ha senso, W il mio sorriso idiota da Winnie The Pooh che ha trovato un vasettto di miele A bocca aperta

Non va…

E‘ una constatazione disarmante,nella sua lampante verità: a volte non gira. E lo dico ridendo, una di quellerisate amare, che sono molto peggio delle lacrime. Già, perchè un pianto almenodenota tristezza, una risata amara è indice di scoglionamento e frustrazione,che sono un qualcosa di vago e per questo difficilmente risolvibile. Non sonotriste, solo che sono veramente stufa di qualcosa che non so cos’è, o forse
faccio soltanto finta di non sapere…E’ uno di quei giorni (diciamo pureperiodi) in cui il senso delle cose mi appare ancora meno del solito, la veritàè che sono stanca di questa sensazione che mi fa sentire come se avessi le pilescariche. Il problema è che con quest’umore, per quanto io studi, in testa non mi rimane nulla! Vabbè…speriamo solo che prossimamente il mondo torni ad esseregioiosamente popolato di canguri blu saltellanti e non di paranoie idiote, perché di quelle ne ho abbastanza piene le palle! Nell’attesa del ritorno dei canguri blu, intanto…
Mercy me
It’s been a long day living with this
It’s been a long time since I felt so sick
I took a long walk straight back home
I could’ve walked back to San Francisco
I used to long for time alone
I used to long for a place of my own
now I’m losing faith in everything
I’m lost, so lost, i’m lost at sea, you’ll see

I used to long for broken bones
I used to long for a casket to call my own
I never had a problem facing fear
but I’m done, over and out my dear and

Oh mercy me
God bless catastrophe
There’s no way in hell
We’ll ever live to see through this so
Drive yourself insane tonight
It’s not that far away and I just
filled up your tank earlier today
(Yeah!)

It’s been a long day living with this
It’s been a long time since I felt so sick
I took a long walk straight back home
I could’ve walked back to Chicago
I used to long for time alone
I used to long for a place of my own
and I’ve lost faith in everything
I’m lost, so lost, I’m lost without you

Oh mercy me
God bless catastrophe
There’s no way in hell
We’ll ever live to see through this so
Drive yourself insane tonight
It’s not that far away and I just
filled up your tank earlier today
(Yeah!)

So drive yourself insane tonight
It’s not that far away and I just
filled up your tank earlier today
(Yeah!)

P.s. Porca miseria…in questo video Matt Skiba mi fa venire di tutto…è così…caspita…ma lasciamo perdere che forse è meglio…A bocca aperta…VOGLIO GLI ALKALINE TRIO IN ITALIA UFFI…!

Tom DeLonge

Questo è un intervento che mi rattrista un sacco scrivere, ma dopo quello che ho letto con raccapriccio sul sito di Kerrang! (http://www2.kerrang.com/2007/09/ava_tom_plans_groundbreaking_n.html), non ho potuto fare a meno di scriverlo: Tom DeLonge è stato rapito dagli alieni e quello che adesso va in giro con il suo aspetto, è un sosia. Non ci sono altre spiegazioni! La settimana scorsa ho ceduto…mi mancava tantissimo la sua voce e risentire i Blink 182, mi mette una tristezza incredibile, allora ho ascoltato il cd del suo nuovo gruppo (non li voglio nemmeno nominare, l’unico con un suo perché era Ryan Sinn, che se n’è andato). Ma, dico io, che gli è saltato in mente?? Ha un suono assurdo quel insieme di canzoni…io, abituata alla voce di Tom con chitarra, basso, batteria (tra l’altro Travis Barker alla batteria, mica il primo cretino preso per strada!) e nulla più, sono rimasta sconcertata da tutti quei suoni strani, quegli effetti assurdi! Voleva formare la migliore rock-band del cosmo, sembrava dovesse stravolgere gli equilibri mondiali e salvare il pianeta…con quella roba lì?? Ma stai a casa!!! Sono d’accordo che bisogna crescere nella vita e piantarla di cantare canzoni sul farsi un cane, ma c’è modo e modo anche di evolversi! Non è normale, una crisi dei 30 anni del genere, mica era prevedibile! Sarebbe stato meglio se fosse rimasto completamente calvo! Invece, adesso fa il leader di un gruppo di scemi e non si capisce perché…mah…io veramente vorrei capire cosa gli è passato e continua a passare per la testa! In conclusione, lancio un appello agli alieni: se avete preso Tom, per favore, ce lo riportate? Non pretendo una reunion dei Blink, ma quantomeno Mister DeLonge che canta con un sottofondo musicale decente, senza andare in giro a fare proclami che suonano come deliri di onnipotenza!!! Magari il nuovo cd di “quelli lì” è meno peggio…come no! Soprattutto adesso che Sinn se n’è andato,sarà un vero capolavoro…ma che uffi, quella voce, forse non tecnicamente rilevante, ma secondo me fantastica, è destinata ad un accompagnamento musicale da brividi di raccapriccio. E giusto per aumentare un po ‘ la nostalgia…questa canzone che un po’ ha cambiato la mia vita…


 

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!

Non vedrò più il suo sorriso mentre mangio il gelato, i suoi occhioni azzurri non mi fisseranno più mentre bevo il latte e quel suo faccino impertinente non allieterà l’ora del thè…tutto questo è finito, finito per sempre e non tornerà. Se ripenso ai giorni felici trascorsi insieme, quest’ultimo anno e mezzo…da quando ci siamo incontrati in quel negozio a Bologna eravamo inseparabili…mi svegliavo ed era lì per me, ad accompagnare la mia colazione, ad augurarmi buona giornata, sempre con il sorriso. Mi manca…mi manca quando tornavo a casa ed era lì, ancora per me, ancora con un sorriso e con quei due bellissimi occhi spalancati sul mondo! Ed ora, cosa ne è di tutto questo? Solo pezzi, solo cocci e frammenti, il sogno è finito…perchè, perchè doveva andare così…

PORCA DI QUELLA ****, MIA MAMMA MI HA ROTTO LA TAZZA DI SPONGEBOB!!!!

P.s. ti ho tanto amato…non ti dimenticherò mai…vederti a pezzi ha ridotto a pezzi anche il mio cuore…sigh…in tuo ricordo metto la foto dei tempi felici. Mi manchi…la mia vita da gialla e spugnosa, si è tramutata in grigia e senza senso…