Archivi del mese: ottobre 2008

Con me non devi essere niente…

Piromani – Le Luci Della Centrale Elettrica

A mio parere questa è la canzone migliore di un album superlativo. Vasco Brondi è un fottuto genio. Forse c’è speranza anche per la musica di questo Stato allo sfascio?? Mah….quantomeno abbiamo un signor cantautore, almeno a mio modestissimo parere!
Altra cosa “con me non devi essere niente”…questo è un messaggio subliminale neanche troppo subliminale,Linguaccia speriamo chi di dovere colga…
Annunci

Ma dove andremo a finire???

Premessa che mi pare d’obbligo: io non sono di destra e un partito come la Lega un po’ mi spaventa. Detto questo, si può capire perché sono piuttosto scandalizzata dalla mozione proposta dai signori vestiti di verde smeraldo sulle classi a parte per gli immigrati, per
“favorire l’apprendimento dell’italiano”. Oltretutto, io ci manderei certi esponenti leghisti (e non solo) ad imparare l’italiano, magari nelle stesse classi degli immigrati, giusto peruna sana legge del contrappasso. Direi che da qui all’apartheid il passo è breve, perché se la storia ci insegna qualcosa
è che queste iniziative hanno spesso un seguito disastroso. Poi volevo fare una proposta io: siccome c’è il problema della fuga di cervelli, non è che possiamo far fuggire anche tette e
culi?? Perché mentre i “cervelli” fuggono all’estero, le gambe delle vallette continuano a proliferare un po’ ovunque. Io butto lì un’idea: potremmo esportare qualche quintale di gnocca ed importare della materia grigia, no? Invece del calendario di qualche signorina procace, non si potrebbe fare quello della Levi Montalcini (vestita direi)?! Non è per fare la bacchettona…io sarei pure favorevole alle case chiuse (ed evito le polemiche nei confronti del ministro Carfagna contro la prostituzione, perché ormai sarebbe sparare sulla Croce Rossa…), è solo che trovo raccapricciante il trionfo del
trash un po’ ovunque. E se invece di prendercela con gli immigrati che non sanno l’italiano facessimo qualcosa contro la stupidità che dilaga impunita ad ogni angolo, non sarebbe meglio? Il problema della scuola non sono tanto gli extracomunitari, ma il progressivo abbassarsi del Q. I.  della popolazione, il che probabilmente fa parte di quella spirale di crisi in cui siamo finiti. Siamo una cultura allo sfascio, in cui a dettare legge sono logiche deleterie e improponibili, ci stiamo rincoglionendo davanti alla De Filippi il sabato sera, davanti alla Clerici ad ora di pranzo (con tutto il rispetto, a me tra l’altro La prova del cuoco piace) e davanti a Cucuzza il pomeriggio (c’è ancora Cucuzza?!). Se dici “libro” al giorno d’oggi i giovincelli pensano a Moccia e a tutte le vaccate pseudoadolescenziali ad esso connesse, ammesso sempre che sappiano cos’è un libro! Il problema sono le generazioni di italiani che stanno crescendo in un clima di totale demenza, non quelli con la pelle scura
!Ok…scusatemi lo sfogo, ma mi terrorizza guardare negli occhi le gente e non vederci dentro null’altro che vuoto.