Archivi tag: Dostoevskij

Uomini d’azione

Oggi spulciavo il mio “diario delle citazioni” e casualmente ho ritrovato questa:

” (…) tutti gli uomini immediati e d’azione sono attivi appunto perché sono ottusi e limitati (…): essi a ragione della loro limitatezza scambiano le cause primarie con quelle originarie, sicché si convincono più rapidamente e più facilmente degli altri di aver trovato un fondamento immutabile alla loro attività e così si tranquillizzano; e questo, si sa, è l’essenziale”.

da “Memorie del sottosuolo”

-F. M. Dostoevskij –

Annunci

Where is my mind??

“Io non comprendo comesi possa, sotto l’impero di un’idea dominante, a cui l’intelligenza e cuorecompletamente ubbidiscono, vivere ancora di qualche cosa che sia ancora fuoridi essa” (sign. Kraft)…da “L’Adolescente” di F. M. Dostoevskij.

Ok, va bene, questo l’hosperimentato e so che convivere con la cosiddetta “idea dominante” è faticoso etotalizzante…è un po’ come vivere in un monolocale con un maledetto elefante in soggiorno: è praticamente impossibile farci stare altro! Quello che io michiedo, anzi, quello che non riesco a non chiedermi è : adesso che ci faccio con tutto questo spazio che prima non c’era? Spinoza voleva liberare l’uomo dalla schiavitù della passioni, maperché? Ha forse senso essere “liberi” senza affetti? Cribbio, mi manca…perché per “quei” due anni io ho voluto, lo sentivo scorrere nelle vene il bisogno di…non lo so dicosa, ma era tangibile e reale. Adesso non c’è più nulla di concreto, quel nodo che mi chiudeva lo stomaco si è sciolto e sembra incredibile,ma mi manca, quella sensazione di sbando era pur sempre qualcosa. Perché “torture e lacrime sono anch’esse vita” (“Delitto e castigo” di F. M.Dostoevskij) e anzi, sono quasi più vita di tutto il resto. Vorrei provare un qualcosa, che mi “faccia stare”,semplicemente stare in qualche modo e non così, non come sto ora, cioè senzasapere come sto…In fondo mi dava stabilità ciò ke è stato, anzi no, mi dava lacertezza di essere instabile…ora, non so, l’ho già scritto, semplicemente non so. La canzone più logica mi sembra “Where is my mind?” dei Pixies “Your head will collapse if there’s nothing in it, and you’ll ask yourself: where is my mind?”, oltretutto, non lo sapevo, ho appena scoperto che è nella colonna sonora di Fight club, bello quel film! Che poi, un film con Edward Norton è bello per forza! Prima o poi dovrò leggere il libro…mi ispira un sacco come scrittore Chuck Palahniuk…e a proposito di scrittori, prima o poi dovrò scrivere un intervento sulla mia adoratissima Amelie Nothomb…prossimamente…