Archivi tag: Patrick Wolf

In my mind

Avolte, quando chiudo gli occhi, con gli auricolari che portano musica
al cervello quasi fosse ossigeno per la mente, mi sembra che il mondo
cessi di esistere. Per qualche momento, tutto quello che per me è
reale, sono le note che attraversano i timpani e mi fluiscono tra i
neuroni e l’interno delle mie palpebre. Questi sono gli appuntamenti
irrinunciabili della mia giornata, pochi minuti in cui tutto resta
sospeso, svanendo nell’oblio del mio disinteresse per ciò che mi
circonda, pochi minuti che mi ricaricano e mi permettono di andare
avanti, pochi minuti che rendono tollerabili tutti i rimanenti. Poi,
quando riapro gli occhi, tutto è ancora lì, esattamente come prima,
però, se si presta la sufficiente attenzione, fa un po’ meno
schifo…Ecco cosa mi porta avanti: la musica e scrivere, perché senza
queste valvole di sfogo, sarei già esplosa da qualche anno! Per Berna,
che si chiedeva chi diavolo è Patrick Wolf, ecco un suo video, la
performance live che mi è piaciuta di più tra le decine che ho visto su
Youtube.  Particolare (per usare un eufemismo) il ragazzo, vero?!

Annunci

Pillole di saggezza, o quasi

Ma il vero nome di Erasmo da Rotterdam, era Gerrit Gerritszoon oppure Geert Geertsz?! Oddio, in entrambi i casi credo che i suoi genitori non gli volessero un gran bene…dai, poverino, chissà come lo pigliavano per il culo da piccolo! Ad ogni modo il nome non gli ha impedito di dire delle grandi cose: “Osservate con quanta previdenza la natura, madre del genere umano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell’uomo più passione che ragione perchè fosse tutto meno triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso”…sul “meno difficile” ho i miei seri dubbi, per il resto non potrei essere più d’accordo! Poi, beh, mi sento un po’ in dovere di mettere il testo di una delle canzoni che fa da colonna sonora e contribuisce attivamente al mio strano umore felice…ancora lui, Patrick Wolf!
Don’t say no
I used to say just follow your heart
But my heart always led me in circles
and i used to say just follow your dreams
but my dreams always led me to murder
so now i don’t say nothing at all
i just bow my head to the battle
a thousand miles above our heads 
they are weaving 
giant currents around the sun
if you’re brave enough you’ll just let it happen
if youre brave enough you’ll just succumb

Dont say no to it
You cant say no to it

just throw yourself in
just give yourself in
to the pattern

a thousand miles above our heads
they are bleeding
mighty currents uopn the day
if youre brave enough you’ll just let it happen
if youre brave enough you’ll give yourself away

Dont say no to it!
You cant say no to it!

Furti…?!

Mi sento quasi quasi in colpa! Negli ultimi giorni ho avuto la netta sensazione che la filosofia sia un puro “menare il can per l’aia” (e i cocci sono suoi, ovviamente, come deve finire ogni proverbio che si rispetti!). Lunedì ho “ladrato” un 27 e un 28 a filosofia teoretica pur non sapendo nulla, con un’interrogazione durata meno di 15 minuti, di cui 4 ha parlato il prof.  e senza rispondere ad una domanda su quattro. Alle superiori i voti erano meno regalati che in questo caso (e certi, credete a me, erano dei veri regalini, mannaggia ai leccaculo). Lo so, ne sono consapevole, sono una vergogna, questo è un’appropriazione indebita di crediti con voti che fanno tutt’altro che schifo. Mamma mia, S-C-A-N-D-A-L-O-S-O! Però giurin giurello (ha senso giurare per una cinica al mio livello?!)  che non ho fatto la ruffiana, anche volendo…non sono capace! Ieri, invece, ho preso due 28 avendo studiato un totale di…quanto?! 3-4 ore al massimo. Forse è il Meeting che favorisce l’atmosfera studio, buahahahaha! E…mi rendo conto pure di aver fatto l’opportunista, avendo sfruttato gli appunti di Stefano e Moreno, che si erano pure impegnati a scriverli. Esiste un girone infernale per quelli che abusano del lavoro altrui?! Ci sarebbe da questionare se esistono i gironi infernali, ma lasciamo perdere. Comunque, l’esame di politica mi è piaciuto parecchio e come dice Bob (o forse come dice Bob citando me, il che in pratica vuol dire come dico io…ecco, questo intendo con “menare il can per l’aia” buahahahah), Nicoletti è un Signore, con la S maiuscola! Mamma mia, che uomo! Insomma, 12 crediti in 48 ore…buono direi, no?! Un piccolo applauso a me, un grande applauso alla bontà di Zucal, un applauso ancor più grande al Meeting ed una standing ovation per Stefano e Moreno i cui appunti sono stati fondamentali. E…W Patrick Wolf, che non c’entra, ma sono due giorni che non faccio altro che canticchiare The Childcatcher. Lo adoro. Un altro uomo ambiguo…i miei gusti mi terrorizzano!

Un po’ di cose…

L’altro ieri ho avuto una mezza crisi isterica: non sopporto il fatto che viviamo in “ruffianocrazia”. Sono un pochino troppo idealista per stare bene al mondo, a volte me ne rendo conto. Ciò non toglie che mi dà fastidio, sarà che sono troppo presentuosa per leccare il culo, preferisco non ottenere ciò che voglio che ottenerlo a certi prezzi. Sono una persona contraddittoria, ma coerente nelle sue contraddizioni. Io sono quel che sono e non mi importa se agli altri non va bene, io non cerco di rabbonire le persone, se mi girano i cinque minuti mordoA denti stretti! A fanculo i grandi traguardi, io detesto i compromessi, soprattutto quelli che non vale la pena fare, ovvero il 99% dei casi (mi ritrovo abbastanza nella definizione di “cinico” che dà Nonciclopedia). Il mio slogan?! Sempre quello…”Fuck forever, if you don’t mind”. E…a proposito, domani Babyshambles…oddio, wow…non vedo l’ora! Peeeeeeeeeeete, arrivoCuore rosso! Inoltre, giusto per ricollegarmi ad un intervento di qualche tempo fa, mr. Doherty ama i gatti e questo le rende ancora di più un uomo adorabile, (vedi foto: quello dev’essere uno dei suoi numerosissimi mici, Littlepotatos, nome allucinante per un gatto, ma è Pete). Infine, la mia ultimissima ossessione,  di un paio d’ore fa. Quello coi capelli rossi è Patrick WolfCuore rosso e continua la tradizione degli uomini ambigui, ma perché?! Certi gusti, solo io…Comunque, aspetto..ehm…eccentrico a parte, il ragazzo (24 anni) ha una gran bella voce, del talento ed è già al terzo album. Poi suona piano e violino e non so bene cos’altro. Mammma mia questi inglesi…se penso al nostro cosiddetto “Belpaese” piango, le nuove leve della musica italiana sono i FinleyNauseato! Disgusto! Non che prima fossimo messi meglio…non me ne vogliano i fan, ma la Pausini, Ramazzotti, Antonacci, Ferro ecc. non sono esattamente il mio genere. Sigh…! Da noi un signor Wolf (no, non quello di Pulp Fiction) nascerà mai?! Chi sono gli eredi dei grandi cantautori (parlo di De Andrè, che purtroppo ci ha già lasciati, Guccini e De Gregori che non credo siano eterni) italiani?! Qualcuno uscito da Amici?! Io avevo grandi speranze nelle Lollipop, ci sono rimasta male quando…a proposito, che fine hanno fatto?! A bocca apertaMa per favore…! Bisognerebbe andare a vivere nelle terre della vecchia Albione, loro non hanno gente come CalderoliNauseato (giusto per fare un nome solo, ma ce ne sarebbero tanti) in Parlamento e invece hanno gruppi, anche emergenti, di tutto rispetto.  E se mi trasformassi in un gatto e mi presentassi alla porta del signor Doherty?! Sarebbe un’idea…Anche perché Silvio tornerà al GovernoArrabbiato, temo, e la situazione potrà solo peggiorare…e pensare che più in basso di così, c’è solo d scavare. Medioman…aiutaci tu, non ci resta altro! Ultimissima cosa, vorrei fare un inchino (semi) pubblico agli appunti di Luca…se non ci fosse bisognerebbe inventarlo (o presentarsi a lezione sempre e comunqueA bocca aperta) , grazie, grazie, grazie!